.
Annunci online

...sospesa tra ideale e reale, tra libertà e necessità...
11 febbraio 2008
fine

sprofondare nell'oblio, non può esserci fine migliore per quest'oggi che sbiadisce piano tra i tasti di questa tastiera. Una giornata passata a scrivere, scrivere che cosa, scrivere di mi, scrivere di quelle parti di me che non riescono a raccontarsi in prima persona, scrivere di tutto quello che pesa.
Scrittura come tortura, lo dicono tanti critici, lo dico anche io, è un peso questo scrivere che si impone a se stesso. è un peso questo cercare di racccontare quello che nessuno sarà mai in grado di capire.
Domani quella luce che filtrerà dalla finestra forsa mi darà la forza per ricominciare, per oggi la chiudo qui questa mia storia che finisce nel nero di una stupida illlusione




permalink | inviato da emozioni-tossiche il 11/2/2008 alle 23:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        maggio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


Amami,
perché senza te,
nulla posso
nulla sono.
Paul Verlaine


I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell'abbagliante splendore del loro primo amore
                                               Prèvert

Squassa Eros l'anima mia

come il vento sui monti che investe le quercie

                                                Saffo





Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso...


Alcune delle immagini presenti su questo sito

provengono da internet. Per qualunque problema,

avvisatemi e saranno solertemente rimosse.