Blog: http://emozioni-tossiche.ilcannocchiale.it

fine


sprofondare nell'oblio, non può esserci fine migliore per quest'oggi che sbiadisce piano tra i tasti di questa tastiera. Una giornata passata a scrivere, scrivere che cosa, scrivere di mi, scrivere di quelle parti di me che non riescono a raccontarsi in prima persona, scrivere di tutto quello che pesa.
Scrittura come tortura, lo dicono tanti critici, lo dico anche io, è un peso questo scrivere che si impone a se stesso. è un peso questo cercare di racccontare quello che nessuno sarà mai in grado di capire.
Domani quella luce che filtrerà dalla finestra forsa mi darà la forza per ricominciare, per oggi la chiudo qui questa mia storia che finisce nel nero di una stupida illlusione

Pubblicato il 11/2/2008 alle 23.21 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web